Museo delle Civiltà

Laboratorio di Antropologia fisica - Progetti

 

Digital Archives of Human Paleobiology

 

The Digital Archives of Human Paleobiology (DAHP) are a series on CD-ROM intended to facilitate the free circulation  for scientific and educational use of qualitatively and quantitatively  comprehensive sets of data and images of anthropological, paleobiological, and  paleoanthropological interest to specialists, researchers, students, and to institutions such as museums and universities.

The corpus of each DAHP consists of: introductory/explanatory texts; methodological protocols; standardized sets of macro- (including radiographs, CTs,  3D-reconstruction, etc.) and microscopic images; (histo)morphometric analytical databases; digital elaboration; figures (original and elaborated); graphs; tables; and related extended bibliographies.

 

The DAHP were created at the Section of  Anthropology of the NATIONAL PREHISTORIC ETHNOGRAPHIC "L. PIGORINI"  MUSEUM, Rome, Italy, within the framework of the 'Cultural Heritage' research project (www.culturalheritage.cnr.it), promoted and supported by the Italian NATIONAL RESEARCH COUNCIL, and  are distributed for free.

 

Currently available  titles:

 

Osteodental  Biology of the People of Portus Romae (Necropolis of Isola Sacra, 2nd-3rd Cent. AD). I. Enamel Microstructure and Developmental Defects of the Primary Dentition

(by P.F. Rossi, L. Bondioli, G. Geusa, R.  Macchiarelli). DAHP 1, 1999 (ISBN 88-87563-00-4)

 

Osteodental  Biology of the People of Portus Romae (Necropolis of Isola Sacra, 2nd-3rd Cent. AD). II. Dental Cementum Annulations and Age at Death Estimates

(by G. Geusa, L. Bondioli, E. Capucci, A. Cipriano, G. Grupe, C. Savorè, R.  Macchiarelli). DAHP 2, 1999 (ISBN 88-87563-01-2)

 

 

Digital Archives of Human Paleobiology.3.

 

(edited L. Bondioli & R. Macchiarelli)

 

Architectural Variation of the Iliac Trabecular Structure in

Extant and Fossil Primates, including Homo.

Atlas of Electronically Processed Radiographic Images

 

by R. Macchiarelli, L. Rook, L. Bondioli

 

with contributions of

R. Lee, P. O'Higgins, M. Rossi, D.S. Weaver

 

Presentation

Introduction

Digital Image Processing

The Digital Record: Catalog & Images

 

Extant Primates: Investigated Taxa

   Prosimians - New World Monkeys - Old World Monkeys - Lesser Apes - Great Apes - Humans

Fossil Primates: Investigated Taxa

   Old World Monkeys – Hominoids - Hominids

Nonprimate Extant Mammals: Investigated Taxa

   Diprotodontia – Xenarthra – Carnivora – Artiodactyla - Lagomorpha

List of the Abbreviations

Extant Primates: Catalog of the Investigated Specimens

   Prosimians - New World Monkeys - Old World Monkeys - Lesser Apes - Great Apes - Humans

Fossil Primates: Catalog of the Investigated Specimens

   Old World Monkeys – Hominoids - Hominids

Nonprimate Extant Mammals: Catalog of the Investigated Specimens

   Diprotodontia – Xenarthra – Carnivora – Artiodactyla - Lagomorpha

Synthetic List of the Investigated Specimens

   The Original Radiographic Record

 

Acknowledgements

Cited References

Laboratorio di Antropologia fisica

 

Personale scientifico: Luca Bondioli, Alessandra Sperduti

 

Il patrimonio bioantropologico

 

Il museo conserva alcuni dei più importanti reperti fossili di Homo. Il più celebre è il cranio neandertaliano denominato Guattari 1 (52.000 BP) che rappresenta uno dei reperti meglio conservati di questa specie umana estinta. Inoltre sono conservati altri frammenti di scheletro postcraniale di Homo erectus/heidelbergensis  provenienti dal Lazio.

 

Nel museo sono, inoltre, conservate importanti serie scheletriche umane da orizzonti archeologici, cronologicamente distribuiti dal VI millennio a.C. fino al Medioevo. Le serie costituiscono non solo una importantissima testimonianza della biologia delle popolazioni umane del periodo, ma costituiscono, come in particolare per la numerosa serie di Isola Sacra, palestre metodologiche di indagine su cui sono stati applicati metodi avanzati di ricerca, documentazione e conservazione. L'insieme delle serie ammonta a più di 4000 individui.

Sono inoltre conservate presso il Museo venti mummie peruviane acquisite alla fine del XIX secolo.

La Sezione di Antropologia

 

La Sezione di Antropologia del Museo svolge dal 1986 attività di documentazione scientifica, studio, tutela e valorizzazione di reperti umani fossili e di collezioni scheletriche da contesti di interesse archeologico e promuove lo sviluppo di nuove metodologie di indagine in ambito paleobiologico umano e paleoantropologico attraverso l'ausilio di avanzate tecnologie digitali.

 

La Sezione di Antropologia costituisce Centro di Ricerca del "Servizio Tecnico per le Ricerche Antropologiche e Paleopatologiche" del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali. Dal 1993 al 1996 ha ospitato un'Unità Operativa del Progetto Strategico "Beni Culturali", finanziato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. Dal 1996 ospita un'Unità Operativa di ricerca denominata "Metodologie e Tecniche per l'Analisi del Patrimonio Paleobiologico Umano: Applicazioni e Archivi Digitali", attiva nell'ambito del Progetto Finalizzato "Beni Culturali" promosso dal CNR (parole chiave: Metodologie di analisi; Paleobiologia umana; Archivi digitali).

Principali attività di ricerca

 

"Progetto Isola Sacra" (necropoli romana imperiale alla foce del fiume Tevere) finalizzato alla:

a) tutela, documentazione, valorizzazione e fruizione (anche a fini didattico-espositivi) dell'intera collezione osteologica (ca. 2.000 individui);

b) definizione della variabilità e delle caratteristiche biologiche, dei modelli di accrescimento, dei quadri paleogenetico, paleodemografico, paleopatologico e paleonutrizionale della comunità di riferimento;

c) applicazione sperimentale di originali metodologie di analisi in ambito paleobiologico umano. Il corpus integrale delle immagini e dei dati raccolti (in collaborazione con numerose Istituzioni di ricerca italiane e straniere) verrà messo a disposizione della collettività scientifica attraverso una serie di CD-ROMs tematici;

sviluppo e applicazione di tecniche digitali di indagine per la documentazione e lo studio macro- e microscopico di reperti scheletrici e dentari umani incinerati e inumati di età preistorica, protostorica e storica da diversi contesti geografici (Europa, Asia, America meridionale);

sviluppo e applicazione di tecniche istomorfometriche e di analisi digitale allo studio dei microdifetti dello smalto (bande di Wilson o strie di Retzius modificate per stime paleoepidemiologiche) e delle anulazioni del cemento (determinazione dell'età alla morte);

analisi tomografica e densitometrica (basata su radiogrammi standardizzati) di elementi scheletrici da diversi distretti (epifisi prossimale del femore, epifisi distale del radio, clavicola, vertebre) per lo sviluppo di strandards di riferimento per la stima scheletrica dell'età alla morte;

analisi dell'architettura trabecolare dell'osso dell'anca di primati viventi e fossili (con particolare riferimento agli ominoidi e agli ominidi) in relazione ai diversi comportamenti locomotori;

elaborazione di "archivi digitali" di dati e immagini (CD-ROMs) di interesse (paleo)antropologico e forense.

Humans from the Past: Advancement in Research and Technology  INTERNATIONAL SYMPOSIUM Rome, Italy, 5-6 December 1997.

Digital Archives of Human Paleobiology

Principali Istituzioni scientifiche che collaborano alle attività di ricerca promosse dalla Sezione di Antropologia:

Dept. de Antropologia, Universidade de Coimbra

Dept. of Anthropology, McMaster University, Hamilton

Dept. of Anthropology, University of Kansas, Lawrence

Dip. di Biologia, Università di Padova

Dip. di Biologia, Università di Roma "Tor Vergata"

Dip. di Biologia, Università di Torino

Dip. di Biologia Animale, Università di Pavia

Dip. di Biologia Animale e dell'Uomo, Università di Roma "La Sapienza"

Dip. di Scienze della Terra, Università di Pavia

Dip. di Scienze Geologiche e Paleontologiche, Università di Firenze

Inst. für Anthropologie und Humangenetik, München

Inst. für Humanbiologie, Wien

Ist. di Anatomia Patologica, Università di Genova

Ist. Universitario Orientale di Napoli

Lab. de Paléoanthropologie, Collège de France, Paris

Mus. of Classical Archaeology, Jesus College, University of Cambridge

Palaeo-Anthropology Research Unit, Dept. of Anatomical Sciences, University of the Witwaterstrand Medical School, Johannesburg

Servizio di Neuroradiologia, Policlinico Umberto I, Roma

Servizio di Radiologia Centrale, Ospedale C. Forlanini, Roma

 

Ministero per i Beni e le attività Culturali. Vai al sito

Piazza Guglielmo Marconi, 14 - 00144 Roma E.U.R. - +39 06 549521 - fax +39 06 54952310 - mail