Museo delle Civiltà

Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"

  • Fibula Prenestina - 2011

    Il "giallo" della Fibula Prenestina. Un caso risolto?

    Conferenza

    Lunedì 6 giugno, ore 10.30

     

    Presentazione delle recenti analisi sulla Fibula Prenestina

     

    condotte da

    Daniela Ferro

    CNR - ISMN - Istituto per lo Studio dei Materiali Nanostrutturati

     

    e

    Edilberto Formigli

    Restauratore, Docente Corso Scienze applicate ai Beni Culturali

    Dipartimento di Fisica, Università La Sapienza di Roma

     

    Seguirà il dibattito con archeologi, linguisti e studiosi

     

    Le ultime ricerche sulla Fibula Prenestina esposta al

    Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"

     

    Due specialisti presentano i risultati delle analisi microanalitiche

     

    Nella Sala Conferenze del  Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma, lunedì 6 giugno 2011 a partire dalle ore 10.30, saranno resi noti i risultati delle analisi sulla Fibula Prenestina condotte da due specialisti di livello internazionale: la dott.ssa Daniela Ferro (CNR - ISMN - Istituto per lo Studio dei Materiali Nanostrutturati) e il prof. Edilberto Formigli (Restauratore e Docente al Corso Scienze applicate ai Beni Culturali, Dipartimento di Fisica, Università La Sapienza di Roma). Le indagini microanalitiche sono state condotte presso il Laboratorio del Dipartimento di Chimica della Sapienza, Università di Roma con microscopio elettronico a scansione.

     

    Daniela Ferro (CNR - ISMN - Istituto per lo Studio dei Materiali Nanostrutturati) - Laureata in chimica e specialista in chimica fisica  dei materiali, compie ricerche sulla termodinamica e sui processi chimico fisici legati alla formazione di materiali innovativi. Studia da tempo i marker diagnostici che consentono di individuare gli antichi processi di realizzazione di oggetti in metalli preziosi, attraverso indagini microanalitiche e morfometriche di superficie.

     

    Edilberto Formigli (Restauratore - Docente Corso Scienze applicate ai Beni Culturali, Dipartimento di Fisica, Università "La Sapienza" di Roma) - Ha lavorato come restauratore presso la Soprintendenza Archeologica per la Toscana. Ha insegnato Teoria e tecnica del Restauro, Tecniche dell'oreficeria antica, Storia del restauro dei bronzi e Tecnologia dei materiali, Restauro dei bronzi archeologici, Storia della tecnologia, settore Metalli. Ha effettuato numerosi lavori di restauro (bronzo "A" di Riace, bronzi di Ercolani, cavallo Capitolino) e studiato i materiali delle oreficerie etrusche.

     

  • Timbalaye - 2011

    Timbalaye Festival Internacional de Rumba Cubana

    Sabato 28 maggio 2011, ore 16

     

    in collaborazione con  il Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma

    e con l'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, Circolo di Roma Centro

     

    presenta

     

    Africanía della Rumba cubana: tradizione  e modernità

     

    L'evento, legato alle celebrazioni per l'anno degli Afrodiscendenti proclamato dall'UNESCO, si propone di affrontare il tema della rumba cubana dal punto di vista antropologico, come fenomeno umano e culturale di profonda influenza africana, e da un punto di vista artistico, come espressione musicale e folklorica densa di significati sociali che rappresenta usi e costumi del popolo cubano attraverso movimenti e simbologie.

    Timbalaye come progetto di integrazione culturale intende utilizzare tutti gli ambiti della cultura per spiegare, analizzare e approfondire gli aspetti del folklore cubano che è fonte di ricchezza culturale generale perché espressione reale dei sentimenti popolari, e per riunire intorno a questo tema PERSONE con interessi, specificità e idee diverse in vista di un accrescimento morale e umano dato dallo scambio e dal confronto costruttivo.

    Il titolo dell'evento ne riassume il tema principale  che, data la sua ampiezza, verrà affrontato da molteplici punti di vista per capire i processi di formazione dell'identità cubana a partire dal concetto di TRANSCULTURAZIONE coniato dal noto antropologo cubano Fernando Ortiz, cui è dedicata la terza edizione del Festival Internazionale di Rumba Cubana che si terrà a Cuba dal 1 al 6 settembre 2011.

    L'influenza africana a Cuba ha un'importanza straordinaria, sia come principio e fondamento della cultura cubana sia in sé stessa come cultura originale fortemente radicata che, contrariamente a quanto accaduto in altri Paesi dell'America Latina coinvolti nelle deportazioni di schiavi, mantiene qui inalterate le sue connotazioni e caratteristiche.

    La rumba è una manifestazione culturale che nasce insieme all'identità cubana in senso sociale, è un esempio di come l'arte sia da sempre forma espressiva del sentimento, della mentalità e delle credenze dell'uomo, un mezzo per rivelare l'identità profonda nel presente senza dimenticare le radici, che, in questo caso specifico, hanno tratto nutrimento sia dal continente africano che da quello europeo, determinando una società nuova che ancora oggi si identifica e riconosce in un sistema di valori tradizionali, che vengono rielaborati in chiave contemporanea.

     

  • Maggio archeologico - 2011

    Maggio archeologico

    Il Museo intervista ...

    10 domande a …

    giovedì 5, 12, 26 maggio, 17.45-19.15

     

    Il Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" nel mese di maggio organizza alcuni incontri con esperti internazionali nel campo della paleontologia e dell'archeologia preistorica e protostorica. Viene così offerta l'opportunità di un intrattenimento su temi di estremo interesse, che stimolano curiosità e dibattito anche in un pubblico non specialistico.

    Le tematiche saranno l'evoluzione dell'uomo, nonché le ricerche archeologiche ad ampio respiro basate su approfondite conoscenze scientifiche, ma soprattutto si darà risalto ad esperienze professionali vissute in prima persona, che hanno reso la scuola archeologica e paleontologica italiana interprete di alcune tra le più importanti pagine della nostra storia, anche la più antica.

    Gli incontri costituiranno poi un'occasione per cogliere lo "sguardo" degli specialisti rivolto al Museo.

     

    giovedì 5 maggio, 17.45-19.15

    10 domande a … Giorgio Manzi

     

    giovedì 12 maggio, 17.45-19.15

    10 domande a … Anna Maria Bietti Sestieri

     

    giovedì 26 maggio, 17.45-19.15

    10 domande a … Marcello Piperno

  • II Salone dell'Editoria Archeologica - 2011

    II Salone dell'Editoria Archeologica

    19-22 maggio 2011

     

    La seconda edizione del "Salone dell'Editoria Archeologica di Roma", manifestazione culturale promossa dalla Ediarché-Editoria per l'Archeologia Srl e patrocinata dalla SAIA-Scuola Archeologica Italiana di Atene, dal DAINST-Istituto Archeologico Germanico e dall'École Française de Rome, ha come protagonista privilegiato il libro di archeologia. Centro della manifestazione è, infatti, proprio l'esposizione-vendita di pubblicazioni di archeologia, antropologia e storia antica all'interno di stand espositivi oppure nella Biblioarché, la Libreria in Comune che raccoglie i prodotti editoriali più significativi e le novità delle case editrici specializzate. La cornice all'evento è ancora una volta la prestigiosa sede della Soprintendenza al

    Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini", istituzione pubblica al servizio della società multiculturale e del suo sviluppo civile, impegnata nella ricerca, nella salvaguardia e nella promozione della comunicazione - a fini conoscitivi, educativi e ricreativi - del patrimonio materiale e immateriale d'interesse paletnologico ed etnoantropologico.

     

    Un ricco programma di presentazioni di libri, conferenze, lezioni universitarie, dibattiti, convegni accompagna l'esposizione-vendita.

     

    Il Salone dell'Editoria Archeologica è, dunque, luogo di incontro e scambio culturale tra case editrici specializzate e operatori del settore, Istituzioni, Enti Pubblici, Università, Centri di ricerca, Società e Cooperative archeologiche, Agenzie specializzate nel Turismo culturale, Associazioni Culturali, fino a coinvolgere gli appassionati e i curiosi dell'antichità. Gli stand delle case editrici e la Biblioarché, nel percorso espositivo organizzato, usufruiscono di un suggestivo scenario creato dall'esposizione di reperti archeologici e immagini fotografiche messe a disposizione dal Museo Pigorini, visitabile per l'occasione gratuitamente.

     

  • Notte dei Musei - 2011

    Notte dei Musei

    14-15 maggio 2011 - dalle 20,00 alle 2,00

     

    Notte di rumba ... piena

    proiezioni di video musicali e film

     

    Il Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" partecipa al grande evento a carattere

    europeo l "Notte dei Musei", un'apertura straordinaria mirata a diffondere la conoscenza del patrimonio culturale presso il più ampio numero di cittadini, venendo incontro alle persone che hanno difficoltà a fruirne nel normale orario di visita.

    L'ingresso gratuito è previsto dalle ore 20.00 del 14 maggio alle ore 02.00 del 15 maggio (ultimo ingresso 01.00).

     

    Presso la grande vetrata policroma al primo piano del Museo verranno trasmessi video musicali dedicati alla rumba cubana.

    Presso la Sala Conferenze verranno trasmessi tre importanti film cubani.

    Inoltre, a cura dell'Associazione Amici del Museo Pigorini, sono organizzate delle visite guidate

    alle sale espositive del Museo, tre alla Sezione Preistoria, tre alla Sezione Etnografia.

    Appuntamento presso la biglietteria del Museo a partire dalle 20,30 con intervalli di 30 minuti.

     

    A tutta Cuba. Rassegna di film cubani

  • Volti dalle Ande - 2011

    Volti dalle Ande: omaggio a José María Arguedas

    21 gennaio - 26 febbraio 2011

     

    Nell'ambito delle celebrazioni per il Centenario della nascita del grande scrittore peruviano promosse dall'Associazione Culturale Nuovi Orizzonti Latini,

     

    venerdì 21 gennaio alle ore 16.30

     

    verrà inaugurata la mostra fotografica "Volti dalle Ande: omaggio a José María Arguedas". Alle immagini dell'artista, ritratto con noti intellettuali o amici andini, si affiancheranno scatti del meno noto Arguedas "etnologo", ritratto durante i suoi viaggi presso le popolazioni andine.

  • (Agri)culture(s) - 2011

    (Agri)culture(s). Quando l'agricoltura smaschera la cultura

    Sala Conferenza

    Sabato 26 febbraio 2011- ore 15,00

     

    In occasione della mostra (Agri)culture(s). Quando l'agricoltura smaschera la cultura (14 ottobre 2010 - 8 marzo 2011) il Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" organizza per sabato 26 febbraio, dalle ore 15.00 alle ore 18.00, un pomeriggio dedicato alla biodiversità con una visita guidata all'esposizione e la proiezione di filmati sul tema.

    La mostra è il risultato di un progetto culturale condiviso con il Musée International du Carnaval et du Masque di Binche (Belgio) ed è parte del programma "Agrobiodiversità, culture e sviluppo locale" finanziato dal Fondo Internazionale per lo sviluppo agricolo (IFAD) e realizzato dall'Associazione di Cooperazione Rurale in Africa e America Latina (ACRA) e da OXFAM-Italia.

    L'esposizione illustra come le comunità rurali di alcune aree marginali del Senegal, del Marocco e dell'Ecuador trasformino, nel loro rapporto con l'ambiente, il dato naturale in patrimonio culturale e come i prodotti agricoli possano essere lo spunto per presentare tradizioni ed estetiche locali sia tradizionali sia contemporanee.

    La mostra - organizzata in spazi allestitivi scenografici che ospitano le collezioni del Museo, postazioni audiovisive con documenti di terreno e installazioni di arte contemporanea - restituisce il senso e i contenuti del discorso sull'agrobiodiversità attraverso la costruzione di percorsi comunicativi in cui confluiscono i risultati della ricerca svolta dal Museo sia in loco sia con le comunità diasporiche del Marocco, dell'Ecuador e del Senegal residenti a Roma.

     

Ministero per i Beni e le attività Culturali. Vai al sito

Piazza Guglielmo Marconi, 14 - 00144 Roma E.U.R. - +39 06 549521 - fax +39 06 54952310 - mail